Project Description

Rifacimento Coperture a Bologna e Modena

A seguito dello smaltimento del manto di copertura in cemento amianto, o in caso si voglia sostituire una vecchia copertura, possiamo proporre una gamma di soluzioni differenziate per il rifacimento di un nuovo manto di copertura che si adattino alle diverse caratteristiche delle strutture esistenti.

Tipi di coperture

In caso di strutture portanti in ferro o legno, senza solaio di copertura calpestabile, il rifacimento coperture può essere eseguito attraverso la posa di lamiera grecata in acciaio zincato preverniciato o in alluminio preverniciato o, in alternativa, di lastre ondulate in fibrocemento ecologico.

E’ possibile inoltre utilizzare un pannello sandwich in doppia lamiera di acciaio zincato preverniciato, con uno spessore isolante che può variare dai 3 ai 10 cm a seconda delle esigenze del cliente.

I nostri servizi

Se la struttura dell’edificio presenta invece un solaio di copertura calpestabile (travetti e pignatte o tavelloni o in cemento armato precompresso, ecc) le soluzioni adottabili sono diverse e spaziano dalla posa di guaina bituminosa impermeabilizzante sovrastata da manto di copertura in tegole o coppi a quelle sopra indicate in lamiera grecata, lastre ondulate in fibrocemento ecologico o pannello sandwich con doppia lamiera e strato isolante.

La copertura portante permette anche una soluzione alternativa, quale la posa di uno strato di cartonfeltro bituminoso, sovrastato da materiale isolante di spessore variabile dai 3 ai 10 cm ed uno strato superiore in lamiera grecata in acciaio zincato preverniciato.

Abbiamo soluzioni adatte anche per il rifacimento della copertura di fabbricati zootecnici (es. stalle) attraverso l’utilizzo di un pannello sandwich composto da lamiera grecata esterna e da un lato interno in vetroresina con ottima resistenza all’azione di agenti aggressivi presenti in ambienti agro-zootecnici.

Bonus ristrutturazioni per rifacimento coperture

Anche quest’anno si potrà usufruire del Bonus ristrutturazione per le spese di riqualificazione edilizia e, come sempre l’Agenzia delle Entrate ha fissato, con una guida.

Se l’intervento è eseguito su edifici a destinazione abitativa o su parti comuni di edifici residenziali, è possibile usufruire dell’aliquota IVA agevolata al 10% nonchè della detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia (detrazione fiscale 50% in 10 anni) senza alcun vincolo sulla tipologia di copertura utilizzata per il rifacimento.

Nel caso invece di intervento realizzato su edifici diversi dalle abitazioni è possibile accedere ad una detrazione IRPEF o IRES aumentando il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti attraverso il miglioramento termico dell’immobile.

Per rientrare nei parametri stabiliti dalla normativa vigente per l’accesso alla detrazione fiscale per efficientamento energetico (detrazione fiscale 65% in 10 anni) occorre utilizzare uno strato isolante che varia sostanzialmente a seconda della zona climatica di appartenenza. Nelle provincie di Bologna e Modena, solitamente sono necessari 10 cm di strato isolante in poliuretano oppure altro tipo di materiale isolante tipo lana di roccia, polistirolo, poliuretano espanso, ecc con spessore variabile a seconda delle caratteristiche del materiale utilizzato.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

I nostri professionisti prenderanno in carico la tua richiesta per fornirti un preventivo su misura e senza impegno!

Richiedi preventivo