Smaltimento eternit

Le notizie si rincorrono: lo smaltimento eternit è un tema ancora attualissimo e che in tutto il Paese vede casistiche differenti.

Smaltimento eternit: partiamo dalle basi

Eternit è un marchio registrato di fibrocemento e il nome dell’azienda che lo produce, appartenente all’azienda belga Etex. L’Eternit è utilizzato in edilizia come materiale da copertura, nella forma di lastra piana o ondulata, o come coibentazione di tubature. (Fonte: Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Eternit)

Perché è necessario lo smaltimento eternit

I manufatti in eternit si sono rivelati di lunghissima durata (“eterna” come evoca il nome) ma anche causa di gravissimi problemi per la salute. L’amianto con cui sono composti, infatti, è un materiale versatile e a basso costo (molto utilizzato in edilizia tra gli anni Settanta e Ottanta perché ha proprietà isolanti e fonoassorbenti), ma le polveri da esso derivanti sono cancerogene per l’apparato respiratorio umano.

Smaltimento eternit: cosa dice la legge in proposito?

Varia e molteplice è la legislazione (europea, nazionale e regionale) sia a tutela dell’ambiente e dei lavoratori esposti a lavorazioni di materiale contenente amianto.

Una panoramica completa la si può trovare qui:  https://www.ambientediritto.it/Legislazione/amianto/Amianto.htm

Come attivare lo smaltimento eternit?

Spetta alle Regione fare il censimento dei siti pubblici (edifici pubblici, locali, immobili di utilizzazione collettiva, condomini) che contengono delle coperture o parti in eternit, oltre che predisporre dei piani di protezione, decontaminazione, smaltimento e bonifica.

La bonifica amianto negli edifici privati è un onere che grava sui proprietari (Comune e Ausl non sono tenuti infatti ad effettuare sopralluoghi).

Bisogna rivolgersi ad aziende, come ENEREDIL, autorizzate dall’Albo Gestori Ambientali – Sez. Emilia Romagna

Dettagli: https://www.smaltimentobologna.it/smaltimento-amianto/smaltimento-amianto-bologna-modena/

È possibile usufruire di agevolazioni fiscali?

Ci sono varie tipologie di agevolazioni per la rimozione eternit a seconda della categoria del richiedente:

  • Ecobonus 65% per la riqualificazione energetica (rivolto a privati cittadini, enti pubblici o privati che non svolgono attività commerciali)
  • Nel Bonus ristrutturazioni 50% (per privati cittadini, soci di cooperative divise e indivise, soci di società semplici, imprenditori individuali, ma solo per gli immobili non considerati merce o beni strumentali) rientrano tra i lavori anche gli interventi di
    • smantellamento;
    • incapsulamento;
    • smaltimento dell’amianto.